Peer Network News

Author
Mirco Mattarozzi
Category
Date
Set 23, 2023

Integration Layers per ERP

 

 

L’Integration Layer abilita la comunicazione bi-direzionale fra l’ERP e le applicazioni esterne.

L’Integration Layer è l’elemento che rende possibile estendere le funzionalitù core dell’ERP (Extended ERP).

Infatti è grazie a questo componente che è possibile realizzare moduli di “frontend” personalizzati (Smart Applications) che interagiscono on-line con la piattaforma “backend“, l’ERP.

Tipologie di Integration Layer

Esistono diverse tipologie di Integration Layer, possiamo individuarne almeno tre, differenti fra loro per caratteristiche e impiego ma, soprattutto, per le prospettive che sono in grado di aprire:

  1. Layer nativo
  2. layer tecnico
  3. layer avanzato

 

Layer Nativo

Il Layer Nativo è normalmente presente sulla piattaforma ERP e viene attivato tramite configurazione/parametrizzazione del sistema.

Non si tratta di un vero layer ma piuttosto di uno o più componenti, presenti sulla piattaforma, in grado di comunicare tramite protocolli standard.

Spesso il layer nativo supporta gli strumenti propri dell’ERP per la realizzazione di applicazioni “esterne” al perimetro standard (es. semplici applicazioni “mobile”).

 

Layer Tecnico

Un layer “tecnico” è un componente realizzato da terzi che si propone di agevolare la comunicazione fra componenti esterne e l’ERP.

L’attributo “tecnico” definisce la natura di questo elemento che apre semplicemente un canale verso elementi tecnici dell’ERP come meta-oggetti, API o, in taluni casi, verso il database: l’utilizzo del layer tecnico implica quindi una profonda conoscenza degli elementi dell’ERP a cui consente di collegarsi.

Questo layer non interviene sulle logiche applicative, che vengono analizzate e sviluppate in funzione della smart application da realizzare, e non consente di realizzare un reale disaccoppiamento fra il livello di frontend e quello di backend.

Layer Avanzato

Per ottenere una separazione netta fra i livelli Frontend e Backend nelle sviluppo di Smart Applications integrate con un sistema ERP è necessario disporre delle potenzialità del terzo tipo di integrazione, ovvero quella offerta da un Integration Layer Avanzato.

Questo è possibile perché l’Integration Layer Avanzato coinvolge direttamente le logiche applicative dell’ERP trasformandole in “oggetti”, archiviati nel repository del layer stesso, messi a disposizione delle componenti di Frontend come “servizi”.

Questa tipologia di layer agevola lo sviluppo di Smart Applications grazie:

  • alla possibilità di ottimizzare l’impiego delle risorse di sviluppo sui due livelli distinti (competenze UX/UI sul Frontend e conoscenza delle logiche di processo per il Backend),
  • al consolidamento all’interno del repository di servizi in grado di esporre non semplicemente dati ma “logiche applicative” come, ad esempio, fornire l'”elenco dei clienti di un Account Manager”, la “Simulazione e Registrazione di un Ordine di Vendita”, l'”Avanzamento di un Ordine di Produzione”, la “ri-Schedulazione di un Ordine di Produzione”, il “Booking sul Trasporto di merci verso il cliente”, ecc.

Disaccoppiamento Frontend/Backend

Col termine “disaccoppiamento” intendiamo la separazione netta fra i livelli di Frontend e di Backend. Questa separazione consente di affrontare gli sviluppi di smart applications in modo strutturato e coerente.

 

Sviluppo sui due livelli Frontend e Backend

L’attività sul livello del backend si concentra sullo sviluppo di componenti software elementari che vengono poi orchestrati da servizi di livello superiore pubblicati sul repository.

Questa attività favorisce uno sviluppo orientato alla generalizzazione e al riuso, obiettivi spesso trascurati sugli sviluppi ERP.

Lo sviluppo a livello di backend avviene su due piani:

  1. servizi “core”, generici, potenzialmente utili per tutti
  2. servizi “custom”, personalizzati, sviluppati per una specifica applicazione

 

I servizi “core”, una volta sviluppati e testati, servono più smart application con grandi vantaggi sia in termini di tempi di sviluppo che di affidabilità delle soluzioni.

L’attività a livello di frontend ha il suo focus sulla UX/UI e può avvalersi di competenze specifiche che spesso hanno poco a che fare col mondo ERP. Lo sviluppo sul backend fornisce al frontend servizi evoluti che consentono di astrarre il livello ERP e di nascondere la complessità caratteristica di queste piattaforme.

 

Conclusioni

Una possibile comparazione delle tre tipologie di integration layer viene riepilogata sulla tabella seguente:

I primi due layer risultano limitati e funzionali alla soluzione di un problema puntuale, mentre il terzo, l’Integration Layer Avanzato, è l’unico in grado di sostenere l’effettiva apertura verso nuovi scenari applicativi perché favorisce

  • il consolidamento del know-how aziendale in servizi utilizzabili da più applicazioni,
  • la stratificazione e parallelizzazione delle attività di sviluppo attingendo alle migliori competenze di ogni settore.

La scelta di Peer Network

Il nostro modo di intendere l’Extended-ERP è basato sul concetto di “Integration Layer Avanzato”.

Grazie a una continua attività di ricerca su questi temi, che dura da diversi anni, abbiamo prodotto una nostra versione di Integration Layer Avanzato che abbiamo chiamato ESI (Enterprise Service Infrastructure).

Con ESI implementiamo la nostra visione dell’Extended-ERP ed è su ESI che si basano tutte le nostre applicazioni, che abbiamo raggruppato sotto il nome collettivo di “Smart Business Solutions“.

 

 

 

per approfondire

Extended ERP: Integration layers LinkedIn, 30 novembre 2021